Siamo ormai in piena vacanza e si scatena la voglia di mare. Ma perché andare lontano? Per una volta restiamo nella nostra Campania felix che ha tante meravigliose località balneari da offrire. E l’invito si apre naturalmente a tutti gli italiani: scenari incantevoli, mare trasparente, spiagge pulite. Stiamo “assaggiando” le nostre coste straordinarie in un viaggio virtuale da ricordare: nella prima puntata, lo splendido mare della costiera sorrentino-amalfitana, nella seconda l’incantevole golfo di Salerno e la piana del Sele, poi la costa cilentana fino al golfo di Policastro. Ora proviamo a salire più a nord per visitare un paradiso che tutto il mondo ci invidia:
Nisida e IL GOLFO DI NAPOLI. Uno scenario incantevole, chiuso ad ovest dalla collina di Posillipo e ad est dal Vesuvio. La cornice naturale di Napoli, la rende unica al mondo, paragonabile, forse, solo a Rio de Janeiro. Il paesaggio è inconfondibile. La città è ricca di Chiese, Palazzi, Musei, Pinacoteche, Centri di cultura, insediamenti archeologici e siti monumentali. Ma Napoli è anche mare e sole, la fantasia è dei napoletani, che hanno, inevitabilmente, una cultura legata al mare. Basti pensare alla grande tradizione velica. Da Posillipo a Mergellina si trovano i grandi circoli velici della città. Non sono molte le spiagge in quest’area: in compenso si gode di uno spettacolo meraviglioso. Partiamo da Bagnoli, che dopo essere stata sede dell’Ilva, sta ritornando al suo antico splendore. Già da qualche anno, una parte dell’arenile è stato recuperato alla balneazione. Da Bagnoli si può raggiungere l’isolotto di Nisida, collegato alla costa da un lembo di terra. Consigliata una visita a Marechiaro, luogo celebrato per la sua bellezza anche dalla canzone classica napoletana. Via Caracciolo e Santa Lucia costituiscono una lunga terrazza sul mare. Di fronte il Borgo Marinaro e Castel dell’Ovo. Piazza Plebiscito è il golfo di napoli 1salotto della città. A pochi metri il Teatro San Carlo e la Galleria Umberto I. Scendendo verso il porto si incontra il Maschio Angioino e la Piazza del Municipio. Via Toledo è la storica strada che collega il Palazzo reale con la Reggia di Capodimonte. Non si possono non visitare i caratteristici vicoli di Napoli. Inevitabile, un tuffo nella Spaccanapoli, la strada che divide in due la città. Qui si trova la Piazza del Gesù nuovo, la Chiesa di Santa Chiara con il suo Chiostro maiolicato, San Domenico Maggiore. A due passi la Chiesa di San Gregorio Armeno, che dà il nome alla strada famosa in tutto il mondo per i laboratori di presepi. Da Castel Sant’Elmo e dalla Certosa di San Martino si gode di uno dei panorami più suggestivi della città e del Golfo.

Leave a Reply

  • (not be published)